faceboook MOI con Drei

Cosa significa “apicoltura urbana”?


Prima di rispondere a questa domanda, ci sono alcuni dubbi comuni da sfatare:
  • • Non è vero che le api sono pericolose per te o per il tuo vicino di casa
  • • Non è vero che fare apicoltura urbana è complicato o richiede molto tempo
  • • Non è vero che il miele prodotto è inquinato dall'aria della città
  • • Non è vero che per poter fare apicoltura urbana siano necessarie complicate autorizzazioni
  • • Non è vero che il miele prodotto è poco e non giustifica il tuo impegno
  • • Non è vero che è possibile tenere le api sul balcone
La verità? Se prima hai avuto l'idea di produrre del buon miele e fare un gesto importante per la natura adottando una famiglia di api, ma qualcosa fino ad ora ti ha frenato, è perchè hai creduto ai precedenti falsi dubbi!
Se sei arrivato a leggere fino a qui, molto probabilmente sei una persona curiosa e intelligente e vuoi veramente fare apicoltura urbana.

Vediamo di chiarire insieme punto per punto

Mansuete

Mansuete


Riguardo l'idea di pericolosità posso confermarti che le api sono insetti docili e purtroppo sono confuse e associate al comportamento delle vespe invece molto aggressive. I video contenuti nell'area didattica che ti offriamo ti insegneranno come gestire tranquillamente ogni fase senza alcun rischio. Se hai sentito parlare della sciamatura, cioè quando la famiglia intera di api si sposta in gruppo, e ritieni questo episodio pericoloso, sappi che si tratta di un evento naturale in cui le api mantengono il loro tipico comportameto docile che le contraddistingue.
Facile

Facile


Fare apicoltura non è affatto complicato. Le guide che abbiamo realizzato e che avrai a disposizione ti daranno le semplici ma efficaci indicazioni su come fare. Inoltre il forum ti permette di parlare con noi e rivolgerci ogni tua domanda. Il tempo che dovrai impiegare a questa tua nuova passione sarà di circa 30 minuti alla settimana in primavera ed estate mentre nelle altre stagioni la frequenza delle visite in apiario potrà essere svolta saltuariamente.
Buon miele

Buon miele


Conosciamo la problematica dell'inquinamento atmosferico delle città e dedurre che questo dato determini un miele altrettanto inquinato non è corretto. A dimostrazione di quanto detto abbiamo prove di laboratorio che dimostrano tracce di inquinanti ben al di sotto dei valori massimi consentiti per legge. L'ape è in grado, evidentemente, di raccogliere il nettare selezionandone la qualità.

Semplice

Semplice


Riguardo alle autorizzazioni la Legge 24 dicembre 2004, n. 313 disciplina le regole per la salvaguardia sanitaria e sicurezza dell'attivita di apicoltura. Richiede una registrazione dell'apiario all' Ufficio veterinario ASL di competenza territoriale. Sono anche definite le distanze minime da rispettare. "... Gli apiari devono essere collocati a non meno di dieci metri da strade di pubblico transito e a non meno di cinque metri dai confini di proprietà pubbliche o private. Il rispetto delle distanze di cui al primo comma non e' obbligatorio se tra l'apiario e i luoghi ivi indicati esistono dislivelli di almeno due metri o se sono interposti, senza soluzioni di continuità, muri, siepi o altri ripari idonei a non consentire il passaggio delle api. Tali ripari devono avere una altezza di almeno due metri. Sono comunque fatti salvi gli accordi tra le parti interessate."
Fiori in città

Fiori in città


La quantità di miele prodotto per famiglia di api in città è superiore a quello prodotto in aree rurali. Le api, durante la loro attività di raccolta del nettare, sono in grado di coprire un raggio fino a 3 Km di distanza dall'alveare. La città offre grandi varietà e disponibilità di fiori di specie e tipologia diversa. Basti pensare ai fiori ornamentali sui balconi, i giardini pubblici e quelli privati, le aiuole e i viali alberati. Ne deriva una produzione di miele per famiglia anche fino a 50kg nel periodo di maggiore sviluppo (Giugno-Luglio).
Apicoltura in giardino

Apicoltura in giardino


Come puoi immaginare, posizionare un'arnia sul balcone di un condominio, non è una buona idea. Una delle tante problematiche è per esempio che le api sono attirare dalle luci artificiali. A meno che non si tratti di un tetto, la posizione migliore dove fare apicoltura è sicuramente un giardino sufficientemente ampio che rispetti le distanze minime. E' sempre bene informare della tua iniziativa i tuoi vicini di casa.

Comments are closed.